Sfilate 2016, tendenze: il ritorno dei tacchi a spillo

Le donne che amano i tacchi possono stare tranquille: le décolleté sono tornate di moda. Le sfilate le hanno riabilitate. Dopo anni di ciabatte, zeppe, sneakers e flat shoes.

Victoria Beckham confessa di mettere sempre il tacco 12 “perché con le scarpe basse non riesce a concentrarsi”. Celine Dion ha, invece, 3000 paia di scarpe, mentre Mariah Carey aggiunge che la babysitter la prendeva in giro a 12 anni, “perché camminavo sempre sulla punta dei piedi, non potevo camminare sui piedi piatti”.
Le donne che amano i tacchi, come le star, possono stare tranquille: le décolleté sono tornate di moda. Le sfilate womenswear Autunno Inverno 2016/17 le hanno riabilitate. Senza “se” e senza “ma”. Dopo anni di ciabatte, zeppe, sneakers e flat shoes. A Milano, DSquared2 le ha proposte piene di piume e fiori, Marni concettuali, di design, Gucci e Bottega Veneta hanno fatto schizzare al rialzo l’altezza, già notevole, delle modelle. A Londra l’ideatore delle armadillo amate (solo) da Lady Gaga, Alexander McQueen, ha presentato tacchi romantici con tante piume. A Parigi ci hanno pensato Anthony Vaccarello e Liselore-Frowijn a esibirle.
Sempre più su, cosa succede? La domanda di tacchi altissimi, in effetti, lievita nei momenti di crescita economica, mentre cala drasticamente in quelli di recessione, è stato calcolato da alcuni studi. La moda guarda avanti, anticipa i tempi di un anno. Ad ogni modo: un altro gruppo di studiosi, dell’Università della Bretagna del sud, ha dimostrato che l’83 per cento del mondo femminile se indossa i tacchi ottiene ciò che vuole. La matematica del tacco, insomma.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna